Scopata a tre con amico

scopata a tre con amicoCiao a tutti i lettori di questo splendido sito di veri racconti erotici italiani. Ho trovato questo indirizzo su internet ed ho deciso di contattare la redazione per inviare questo mio racconto molto eccitante che ho scritto proprio per ricordarmi quanto accaduto a me ed a mio marito.
Io mi chiamo Roberta e sono una donna di 35 anni . Sposata da quando ne avevo 19 sono diventata donna con mio marito. Ero vergine infatti e mio marito è stato l’unico uomo della mia vita, perlomeno fino all’episodio che sto per narrarvi.
Ero andata con mio marito a comprare una seconda macchina. La mia utilitaria aveva , dopo dieci anni di onorato servizio, terminato la sua gloriosa carriera . Mio marito aveva preso quindi la decisione di prendere una nuova macchina con alimentazione a gas. Un modo per tenere sotto controllo i consumi ed i costi del carburante. Io ero molto felice di quella sua scelta e ci siamo ritrovati assieme in concessionaria per provare la nuova macchina.
Ma ecco che quando non ti aspetti l’imprevisto ti capita qualcosa che stravolge la tua esistenza e le tue abitudini. Mentre salivo in macchina per tornare a casa con mio marito si para dinanzi a noi un uomo sulla quarantina. Con un gesto amichevole fa cenno a mio marito di fermarsi con la macchina. Era Guido , uno dei migliori amici di mio marito da quando era piccolo. Io non lo avevo mai conosciuto ma lo avevo visto soltanto in alcune foto del liceo. Devo dire che l’età a volte gioca dei brutti scherzi con le persone. Ma altre volte ,invece, trasforma in meglio ragazzi pieni di brufoli ed impacciati facendoli diventare degli uomini molto attraenti.. Come nel caso di Guido, un bel quarantenne molto simpatico . Un bell’uomo che mio marito non vedeva da anni. Lui scese dalla macchina ed i due amici si abbracciarono in maniera molto affettuosa. Anche a me venne la voglia di socializzare con quell’uomo. Non so perché ma Guido mi piaceva parecchio. Aveva un fascino molto particolare , tipico dei quarantenni che amano sempre presentarsi al meglio. Per nulla trasandato ma anzi molto elegante, aveva un profumo addosso che trovavo incredibilmente eccitante.
Per una coppia sposata di marito e moglie molto spesso viene facile trovare dei pregi in un altro uomo o in un’altra donna e sminuire il partner diventa una conseguenza naturale. Anche Guido , poi, mi aveva messo gli occhi addosso e non faceva nulla per nasconderlo. Anzi mi faceva dei complimenti molto palesi davanti mio marito. Abbiamo iniziato a parlare e poi ci siamo trasferiti in un bar vicino. Lui e mio marito avevano tante cose da dirsi e da raccontarsi. Mi venne naturale,quindi, invitare Guido a cena la sera successiva. Gli avrei preparato una cena tipica delle mie zone. Guido accettò molto volentieri e mi ringraziò con un bacio sulla guancia. Uno di quei baci plateali con cui si dimostra affetto e complicità. E quel bacio fu una molla che scateno in me qualcosa che ancora oggi non sono riuscita a spiegarmi. Sono sempre stata una donna fedele e non ho mai conosciuto un altro uomo fuori mio marito. Ma Guido stava sclafendo quel mio buonismo di mogliettina perfetta.
Non ho dormito quella notte. Non facevo altro che pensare a Guido. Pensavo a lui ed a come sarebbe stato scoparmelo. Pensavo di fare un peccato mortale ma poi riflettevo sul fatto che forse ero un po’ esagerata. Tutte le mogli di questo mondo hanno fatto, almeno una volta, un sogno erotico proibito con un altro uomo. Ed io lo stavo facendo con un vecchio amico di mio marito appena conosciuto. Me lo sono immaginato mentre mi trombava da dietro ed io nel mio letto guardavo mio marito seduto sulla poltrona a guardare tutto contento.
Un sogno erotico che mi ha fatto passare la notte in bianco e mi ha costretta a farmi un ditalino per placare le mie voglie.
Ma il giorno dopo arrivò puntuale e carico di tante aspettative erotiche. Guido arrivò puntualissino alle 20:15. La tavola era apparecchiata ed i miei famosi manicaretti regionali già avevano imbandito la nostra tavola.
Una cena che mio marito ed il suo amico gradirono molto. Mi fecero molti complimenti che estesero anche al mio corpo. Una bella casalinga con un gran bel culo . Questo fu il commento di mio marito rivolto al già attento Guido vero le mie forme.
I due maschietti a cena avevano parlato di qualcosa che io non avevo afferrato. Ma lo afferrai molto presto. Quando mio marito mi fece accomodare sulle sue gambe ed ha cominciato a baciarmi sul collo. Ma nel frattempo aveva infilato una mano sotto la mia gonna. Mi stava toccando il culo e lo faceva davanti il suo amico. I due erano diventati complici e questo l’ho capito troppo tardi. Mentre lui continuava a farmi eccitare Guido era già su di e cominciava anche lui a toccarmi. Mi toccava i capezzoli e poi accarezzava la mia testa. Io non so perché ma li ho lasciati fare. Mi sono ritrovata nuda , a letto, in balia di due maschi molto eccitati. Come Alice nel paese delle meraviglie mi trovavo in un mondo nuovo e mi sono abbandonata completamente. Mi hanno scopata assieme , mio marito e Guido. Sentivo le loro mani dappertutto ed i loro cazzi grossi mi hanno penetrati assieme, all’unisono sia nella mia fica che nel mio culetto.
Ho goduto come non avevo mai fatto prima e i due maschi in calore mi hanno riempita dei loro umori.
Guido è andato via l’indomani mattina e non l’abbiamo più visto. Ma questa è stata una notte incredibile che ricorderò a lungo.