Quella visita medica non desiderata

Premetto che sono una ragazza del profondo sud. Uno di quei paesini dove non vedo l’ora di scappare e dove le apparenze sono molto più importanti delle sostanze. Andare all’altare dopo aver avuto precedenti relazioni può significare essere additata come una puttana. Ma il mondo va avanti e le relazioni prima del matrimonio sono le cose più importanti da fare per conoscersi prima di sposarsi. Io la penso così ma sia mia madre sia mio pare sono ancora dei genitori per certi aspetti preistorici .Come fare a nascondere,per esempio, a mia madre che scopo regolarmente con il mio ragazzo. Sono una ragazza che ha appena compiuto i diciotto anni ma che già non è più vergine. Ho scopato con diversi ragazzi ed al mio attuale amico ho dato anche il culo.
Ora quella stronza di mia madre vuole portarmi a fare una visita dal ginecologo per sapere se sono ancora vergine . Pensa che non usi il preservativo e che possa prendermi qualche malattia oltre a rimanere incinta. Ma io non voglio andarci anche perché il ginecologo è quel gran porco del suo amante. Si perché mia madre è una vera troia senza freni che cornifica mio padre proprio con il suo ginecologo. Lei non sa che io ho visto sul suo computer un video che la ritrae mentre fa un bocchino al dottore che , nel frattempo , le sditalinava per bene la fica. Una vera mignotta mia madre ma lei si è messa in testa di portarmi da lui per farmi visitare.
Ho cercato di oppormi in tutte le maniere ma alla fine ha prenotata la visita. Ricordo ancora quel venerdì pomeriggio. Ero arrivata a casa dopo aver pranzato con il mio ragazzo ed aver fatto l’amore. Ero contenta ma ora mi toccava farmi toccare la fica da quel vecchio porco maniaco.
Io e mia madre siamo arrivate verso le cinque del pomeriggio nello studio del medico e , dato che lei ha sempre una corsia preferenziale, non abbiamo fatto neanche cinque minuti di anticamera. Ci ha fatte entrare quasi subito e, dopo cinque minuti, era a gambe aperte ad aspettare che lui si mettesse in guanti di lattice per ficcarmi le sue dita da porco nella mia fica. Ancora ero tutta bagnata dopo aver scopato con il mio ragazzo e lui se ne accorse mettendosi a ridere. La tua cara signorina – disse a mia madre – non è per nulla una verginella. Ha appena scopato e si vede da come è bagnata la parete interna della sua vagina. Mia madre non voleva credere alle sue orecchie. La sua cara ed innocente figlioletta scopava regolarmente e lei non ne aveva mai saputo niente. Ma mentre ascoltava la diagnosi del suo dottore di fiducia lui cominciò a giocare con la mia passera.
Prima mi infilo due dita dentro e mi chiese se sentivo dolore. Poi cominciò a stimolare il mio clitoride. Io non sapevo cosa fare. Le sue dita dentro di me ,in fondo , mi piacevano e sentirmi toccare da un perfetto sconosciuto mi stava facendo eccitare. Chiusi gli occhi quindi e mi morsi le labbra chiudendo gli occhi.
Fu a quel punto che lui e mia madre cominciarono a sorridere. Una sguardo di intesa e cominciarono a baciarsi. Mia madre, nel frattempo, si era unito a lui nel toccarmi la fica. Con le due mani giocavano a solleticarmi le grandi labbra ed iniziarono a masturbarmi assieme. Mia madre ed il suo amante porco ci stavano provando con me. Avrei dovuto provare soltanto schifo ma,invece, la cosa mi stava piacendo parecchio . Un senso di eccitazione mi pervase completamente e li lascia fare. Lui poi si abbassò sul mio pube e cominciò a leccarmi la fica. Una lingua la sua incredibilmente morbida e vogliosa. Una vera ventosa. Stavo godendo e mia madre era li a guardarmi, anzi stava partecipando in maniera attiva a quel strano rapporto a tre incestuoso. Non so come ma io, mio madre ed il suo dottore, ci siamo ritrovati a scopare nel suo studio medico. Il porcone mi fotteva la fica e mia madre leccava i suoi coglioni. Una vera troia senza freni che stava approfittando della sua figlia.
Io nel frattempo avevo perso ogni freno inibitorio ed ero anche diventata attiva nel rapporto. Mi presi il suo cazzo in mano e cominciai a fargli un bel segone. Mentre lo segavo per bene vidi mia madre che si avvicinava alla mia fica e cominciava a leccarla. Avrei voluto fermarla ma non lo feci. Chiusi gli occhi e mi misi in bocca il grosso cazzo del dottore. Gli ho fatto un bel pompino mentre mia madre abusava di me in maniera completa.
Siamo tornati a casa dopo senza dire una parola. Avevamo entrambe uno strano sorriso io e mia madre. Eravamo state complici di un rapporto sessuale a tre incredibile.