Colazione piccante con mia moglie troia

Mia moglie assunta è proprio fissata con la dieta.
La conosco da 22 anni, 3 di fidanzamento e 19 di matrimonio. La parola più ricorrente pronunciata da mia moglie è “devo dimagrire”.
In realtà Assunta è alta un metro e sessantasei ed il suo peso da sempre oscilla fra I 65 e I 70 chili. Quindi niente di grave soprattutto e  ora che si avvicina ai 45 anni ,ma valle a capire le donne, si è fissata che il suo peso forma è 58 kg e passa quindi da una dieta al’altra. La inizia la segue pedissequamente per due settimane perde 1 chilo, poi la fa per un altra settimana, non perde nemmeno un etto e rinucia rimangia riprende il chilo perso e cambia dieta e tutto ricomincia. 22 anni così.
La settimana scorsa torna dall’ufficio tutta radiosa  e mi dice che la sua collega Antonietta (obiettivamente grassottella) ha perso 8 chili in due mesi con una dieta rivoluzionaria.
Rassegnato gli chiedo di cosa si tratti e lei mi parla della dieta del the. Bere 4 volte al giorno the accoppiando una dieta ricca di proteine e povera di carboidrati farebbe dei miracoli.
Gli chiedo di quale tipo di the parli e lei mi dice che accanto a casa della sua collega ha aperto una boutique del the che personalizza (facendolo pagare a peso d’oro) il the adatto alla tua corporatura.
Sono scettico ma non lo do a vedere, ormai sono rassegnato.
Ed ecco che Assunta il giorno dopo torna con un pacchettino che tiene ben in vista con entrambe le mani come se porgesse alle folle di fedeli il sacro graal.
Gli hanno consigliato un the africano di origine antichissima con delle essenze rare e potentissime che consentirebbe, a detta del furbo venditore, di bere soltanto una tazza al mattino e di poter poi mangiare tutto quello che si vuole.
L’indomani mattina ecco il pronto il rituale magico.
Io sono seduto in mutande davanti ad un cappuccino ed a un cornetto alla crema e lei vestaglietta trasparente e intimo sexi davanti alla tazza di the nero africano fumante.
Mi dice che si è vestita così perchè vuole essere bella e sexy , una vera moglie troia per convincere la sostanza ad impadronirsi di lei. Io guardo il cellulare alla ricerca del numero del mio amico psichiatra e Assunta beve a piccoli sorsi, gustando la bevanda magica come Dracula gusterebbe del sangue appena succhiato.
Non appena finisce Assunta mi guarda e inizia a girare la testa in stile l’esorcista per fortuna senza l’escursione che faccia pensare ad un impossessamento demoniaco, allarga le gambe e si mette entrambe le mani sulla fica come se volesse trattenere un feto che vuole uscire. Mi sorride esce la lingua come farebbe una prostituta e si avvicina a me ed inizia a leccarmi ovunque.
Mi lecca il collo, mi morde le orecchie, mi lecca I capezzoli e mi afferra con violenza il cazzo e me lo strizza. Mi porge le tette stile offerta sacrificale e mi implora di leccarle. Io non so cosa vi fosse nel the ma benedetto sia il venditore. Le lecco I seni e infilo una mano nelle mutandine. Assunta ha un sussulto e inizia a godere trattiene la mia mano e la spinge in profondità poi mi abbassa le mutande e lo prende in bocca (non mi facevo un pompino da due anni) e selvaggiamente lo succhia con avidità
Scopiamo come due animali e soltanto dopo essere venuta si adagia sul divano soddisfatta. Riguardo il cellulare ma stavolta per chiamare il venditore di the ed ordinare un pacco maxi.